Sulla base dello Statuto, art. 2 Scopo:

  1. La Fondazione non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente fini di solidarietà sociale nell’ambito territoriale della provincia di Cremona, promuovendo lo sviluppo civile, culturale, sociale, ambientale ed economico della comunità ivi insediata.
  2. La Fondazione svolge principalmente attività di beneficenza, concedendo erogazioni gratuite in denaro a sostegno di progetti strutturati nei settori dell’assistenza sociale e sanitaria; dell’istruzione e formazione della imprenditoria sociale; della tutela, promozione e valorizzazione di attività culturali e delle cose di interesse artistico e storico, della tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente; della ricerca scientifica nonché sostenendo iniziative volte a migliorare la qualità della vita e il rafforzamento dei legami solidaristici fra tutti coloro che vivono e operano nel territorio della provincia di Cremona.
  3. La Fondazione, per il perseguimento dello scopo di cui sopra:
    a) promuove la raccolta, diretta o indiretta, di fondi da erogare – unitamente alle rendite derivanti dalla gestione del patrimonio – a favore di progetti e iniziative;
    b) collabora con altri enti privati o pubblici impegnati in iniziative di erogazione a favore di soggetti
    del territorio;
    c) promuove e sostiene iniziative volte a creare, in varie forme, stabili fondi di dotazione destinati ai
    propri fini, relativamente a specifiche aree territoriali della provincia;
    d) assiste coloro che intendono donare, operando per rimuovere gli ostacoli culturali, amministrativi, legali e fiscali alla diffusione di una cultura della donazione, offrendo anche la possibilità di costituire al proprio interno fondi con caratteristiche e finalità specifiche, purché nei limiti delle proprie finalità statutarie.
  4. La Fondazione può inoltre svolgere tutte le attività connesse o accessorie a quelle statutarie in quanto
    integrative delle stesse. È fatto divieto di svolgere attività diverse da quelle istituzionali.

Sulla base dello Statuto, art. 8 Consiglio di Amministrazione: composizione e nomina il Consiglio di Amministrazione della Fondazione è composto da 11 membri, di cui uno scelto da Fondazione Cariplo. I membri, scelti dal Comitato di Nomina, composto dalle principali autorità locali, durano in carica tre esercizi e possono essere confermati non più di due volte.

IL COMITATO DI NOMINA DEL NOSTRO CONSIGLIO

Prefetto della Provincia di Cremona
Vescovo della Diocesi di Cremona
Vescovo della Diocesi di Crema
Presidente della Provincia di Cremona
Presidente della Camera di Commercio di Cremona

Sindaco del Comune di Cremona
Sindaco del Comune di Crema
Sindaco del Comune di Casalmaggiore
Presidente dell’Associazione Industriali della Provincia di Cremona

Presidente del Consiglio Notarile di Cremona e Crema
Portavoce del Forum del Terzo Settore – Forum Territoriale di Cremona
Rappresentante dell’Ente Fondatore

Consiglio d’amministrazione

(Luglio 2020 – Luglio 2023)

  • Macconi Cesare
    Macconi Cesare Presidente
  • Dester Massimo
    Dester Massimo Vice Presidente
  • Avogadro Andrea
    Avogadro Andrea Segretario Generale

Albertoni Franco Membro
Colombani Giovanni Membro
Ferrari Ettore Giovanni Membro

Gardinazzi Maria Membro
Mascaretti Don Antonio Membro
Polenghi Daniela Membro

Saltini Morena Membro
Tedoldi Matteo Membro
Tinelli Luisemma Membro

COLLEGIO DEI REVISORI

Gamba Andrea Membro effettivo e Presidente
Fusar Bassini Marta Membro effettivo
Margotti Sergio Membro effettivo

Allevi Beatrice Membro supplente
Bolasco Lanfranco Membro supplente

COLLEGIO DEI PROBIVIRI

Cavalcabò Piatti Anna
Garoli Uliana
Rebecchi Renzo

COMMISSARIO CARIPLO

Verdi Franco

RAPPRESENTANTE “AMICI DELLA FONDAZIONE”

Fanti Palmiro

Staff

Bassanetti Giovanna
Collaboratrice part time

Cigoli Camilla
Collaboratrice part time

Cremonini Bianchi Stella
Collaboratrice part time

Romagnoli Roberto
Volontario

Comincia a scrivere e premi Invio per cercare